Istruzione

Tutti gli articoli di Nuova Norcia inerenti l’Istruzione

Quelli che…

Posted by on 3 Giu, 2016 in Agricoltura, All, Ambiente, Arte, Articoli, Cultura, Istruzione, Media, Salute, Sport, Sviluppo Economico, Turismo | 0 comments

Quelli che…

Quelli che a distanza di pochi giorni dalla propria elezione, affidano un incarico professionale al fratello di un assessore per complessivi 3.500,00 €uro (leggere post Ricominciamo) oh yeah; quelli che candidano un consigliere, risultato poi primo degli eletti, pur essendo incompatibile poiché debitore nei confronti dell’Ente da amministrare (leggere post Sesti Sensi) oh yeah; quelli che rinnovano il contratto di locazione per uso archivio comunale al coniuge di una dipendente alla modica cifra di 750,00 €uro mensili (leggere post Fermateli) oh yeah; quelli che incaricano la ditta del vice sindaco ed assessore all’urbanistica per eseguire i lavori di restauro della statua di San Benedetto sita nella medesima piazza (leggere post Sesti Sensi) oh yeah; quelli che pur essendo sindaco, mantengono ad interim la carica di responsabile dell’area finanziaria, fornendo pareri di regolarità contabile su impegni di spesa deliberati da una giunta comunale dallo stesso presieduta (leggere post l’Amico dell’amico) oh yeah; quelli che sbandierano ai quattro venti di prendere parte, grazie alla collaborazione col Teatro Manzoni di Milano, in modalità TOTALMENTE GRATUITA ad Expo 2016 salvo poi liquidare 25.000,00 €uro “per la promozione turistico culturale enogastronomica della Valnerina” al medesimo teatro attraverso la determina n. 178 del 11 novembre 2015 (leggere post Expo) oh yeah; quelli che erogano oltre 300.000,00 €uro in due anni, nonché delegano all’utilizzo autonomo e gratuito di fabbricati comunali, ad un’associazione privata i cui bilanci continuano a restare ignoti alla collettività che li alimenta (leggere post Pro e contro Nursia) oh yeah; quelli che affidano senza gara l’importo di 39.500,00 €uro oltre I.V.A. al socio in affari del sindaco per l’elaborazione di un piano urbanistico totalmente inutile (leggere post l’Amico dell’amico) oh yeah; quelli che subiscono il sequestro di un’ area vincolata per lavori non autorizzati ma dichiarano di non esserne proprietari (leggere post Sodoma) oh yeah; quelli che frazionano l’importo di circa 300.000,00 €uro per non rendere pubblica la gara e procedere all’affidamento diretto degli incarichi salvo poi revocare le determine in regime di autotutela tramite l’atto n. 31 del 08 aprile 2016 oh yeah; quelli che delegano la direzione artistica di una delle più importanti e longeve manifestazioni enogastronimiche del centro Italia a parenti di amministratori o dipendenti Asl, in totale assenza di atti pubblici (leggere post Mostra o Mostro) oh yeah; quelli che certificano il bilancio consuntivo indicando per l’anno 2015 quattro avanzi di gestione differenti e che approvano il preventivo 2016 facendolo quadrare grazie ad un importo di pura fantasia (leggere post Sbilanciati) oh yeah; quelli che hanno la fortuna di amministrare senza una benché minima OPPOSIZIONE che fa interrogazioni di facciata senza poi dare alcun seguito al proprio operato (leggere post Interroghiamoci) oh yeah; quelli che non capiamo bene quali Santi abbiano in paradiso, perché in un consesso appena normale risulterebbero commissariati già da diverso tempo oh yeah; quelli che magari gli organi preposti (Corte dei Conti, Guardia di Finanza, Prefettura, Procura della Repubblica) cominciano finalmente a muoversi con l’intento di ripristinare giustizia e legalità! Oh yeah. Nuova Norcia “Libertà è...

Read More

Sbilanciati

Posted by on 28 Mag, 2016 in Agricoltura, All, Ambiente, Arte, Articoli, Cultura, Istruzione, Media, Salute, Sport, Sviluppo Economico, Turismo | 0 comments

Sbilanciati

Maggioranza, opposizione, cittadini, conti pubblici, mai termine fu più appropriato. Ebbene si, proprio nel periodo dell’anno deputato all’approvazione dei bilanci dell’Ente lo sbilanciamento appare palese ed irreversibile: proviamo a spiegarvi il perché. Nella seduta di consiglio comunale del 29 aprile ultimo scorso, il governo locale ha provveduto attraverso la delibera n. 8 ad approvare il conto consuntivo 2015 pubblicizzando a mezzo stampa i grandiosi risultati conseguiti che hanno portato, sempre a detta del sindaco, “un avanzo di amministrazione di oltre 2 milioni e 800 mila euro – di cui 1,8 vincolati – ed un fondo pluriennale vincolato di gran lunga superiore al milione di euro” (vedasi situazione finanziaria riassuntiva). E qui già ravvisiamo le prime anomalie. Come fatto notare da un comunicato a firma del locale circolo PD, la relazione del revisore dei conti accertava un avanzo di € 2.866.195,61 mentre la Giunta ne cristallizzava uno di € 4.275.515,74 (vedere allegato quadro riassuntivo gestione finanziaria). A ben vedere però la relazione al rendiconto consuntivo elaborata dalla Giunta Alemanno (pag. 73 – 77) a distanza di poche pagine riporta due importi diversi: dapprima si afferma che l’avanzo corrisponde ad € 4.497.494,30 mentre successivamente € 4.782.249,66 …qual’è l’importo giusto? Ora le cose sono due: o il revisore dei conti, che ricordiamo come da determina n. 32 viene lautamente retribuito dal comune di Norcia, ha certificato il falso oppure l’amministrazione sta imbrogliando cittadini e organi di vigilanza. In pari data, il consiglio avrebbe dovuto approvare anche il preventivo 2016 ma attraverso la delibera n. 1 si è preferito rinviare la discussione al 17 maggio attribuendo tale posticipazione alle complesse modifiche normative recentemente introdotte dal governo Renzi. L’approvazione del preventivo 2016 è comunque arrivata a nostro modesto parere attraverso un altro virtuosismo dell’amministrazione comunale la quale, per brevità e senza volerci addentrare in tecnicismi, ha fatto quadrare i conti appostando in bilancio la vendita degli impianti di distribuzione del gas naturale di proprietà comunale. (…e la minoranza?) Attraverso la delibera n. 65 del 09 maggio 2016 infatti, la Giunta comunale ha ritenuto arbitrariamente e basandosi su calcoli prematuri ed approssimativi, di attribuire quale eventuale valore da riconoscere al Comune di Norcia, l’importo di € 1.219.600,17. Riteniamo che la gravità di questo atto, da un punto di vista politico nonché contabile amministrativo, sia ENORME! Ci sia consentita inoltre una considerazione che molti potrebbero considerare “populista”: dopo l’acqua, la nettezza urbana, la rete del gas alla fine arriveranno a svendere pure la statua di San Benedetto e la Castellina! (Sopratutto visto l’opposizione a dir poco “blanda” delle minoranze) Vi invitiamo comunque a leggere alcuni link che abbiamo allegato al presente post al fine di comprendere meglio questo ulteriore abominio che i nostri governanti stanno perpetrando sopra le teste di cittadini inermi mai sufficientemente aggiornati o coinvolti in scelte che riguardano la propria vita e quella delle generazioni future. Alla faccia del “rispetto per Norcia”! Auspichiamo una ferma presa di posizione dei gruppi di opposizione consigliare (Norcia nel Cuore e Cambiamo insieme il futuro) affinché si rivolgano a tutti gli Enti sovraordinati e agli organi preposti affinché vengano prontamente ripristinate trasparenza e legalità in un comune da troppo tempo avvolto nella nebbia!   Chiudiamo con un ultimo dato che fornisce l’idea circa lo stato di salute delle casse comunali: l’indicatore di tempestività dei pagamenti ovvero il ritardo medio di pagamento ponderato in base all’importo delle fatture. Per calcolarlo occorre inserire al numeratore la somma dell’importo di ciascuna fattura pagata nel periodo di riferimento moltiplicato per i giorni effettivi intercorrenti tra la data di scadenza della fattura stessa e la data di pagamento ai fornitori, al denominatore la somma degli importi di tutte...

Read More

Interroghiamoci

Posted by on 7 Gen, 2016 in All, Articoli, Cultura, Flash, Istruzione, Sviluppo Economico, Turismo | 2 comments

Interroghiamoci

E dire che non credevamo ai nostri occhi! Proprio all’indomani della presentazione delle quattordici interrogazioni presentate dal gruppo consiliare Norcia nel Cuore a fine ottobre, pensavamo veramente che il nostro lavoro di indagine, denuncia e proposta fosse andato a buon fine e un’opposizione, lungamente silente, avesse finalmente compreso il proprio ruolo. La riconversione della piscina coperta, la chiusura di via Solferino ai veicoli e la gestione del traffico cittadino, i contributi erogati all’associazione Pro Nursia, la vacanza del responsabile dell’area economica finanziaria attualmente in capo al sindaco, l’affidamento dell’incarico alla Caire Urbanistica di Reggio Emilia, la partecipazione di Norcia all’Expo 2015, insomma tutti temi di grande attualità ed importanza cui solamente noi avevamo dato risalto, ma che fino ad oggi erano finiti tra le pieghe di una finta normalità mista a disinteresse e disinformazione. Ma proprio sul più bello, qualcosa sembra essersi inceppato! Andiamo per ordine. Il gruppo consiliare Norcia nel Cuore presenta le interrogazioni confidando che le stesse vengano discusse durante il Consiglio Comunale del 19 ottobre. In realtà le stesse vengono inserite nell’ordine del giorno insieme ad un altro punto: 1) Interrogazioni del gruppo consiliare “Norcia nel Cuore” (acquisite al Prot. Comunale in data 09/10/2015 dal n. 12899 al n. 12912); 2) Approvazione Variante al vigente P.d.F. per la formazione di una zona di insediamenti “produttivi/servizi” e destinazione “strada” e per l’ampliamento di uno stabilimento produttivo sito in Norcia, Fraz. Agriano – Ditta Poggio San Giorgio S.A.S di Perticoni Daniele & C. Tale inserimento viene però ritenuto inappropriato dal gruppo di minoranza che a mezzo stampa si riserva di riproporle nuovamente in quanto a loro dire l’amministrazione ha artatamente inserito le interrogazioni senza indicarne dettagliatamente l’oggetto ed il relatore! L’amministrazione dal canto suo si è difesa adducendo che le interrogazioni “fossero incomplete e pertanto non consentivano di argomentare in maniera esauriente e mirata proprio nell’interesse della trasparenza amministrativa”. Nel Consiglio Comunale successivo, ovvero quello del 16 novembre non vi è traccia delle interrogazioni dato che i punti all’ordine del giorno riguardano tutt’altro: 1) la sostituzione di un Consigliere Comunale in seno alla prima Commissione Consiliare Permanente: “Sviluppo Economico, attività socio culturali, Affari Generali e turismo” e alla Commissione Comunale Speciale per la revisione dei Regolamenti comunali e dello Statuto; 2) l’approvazione del progetto definitivo in variante parziale al Piano di Fabbricazione, ai sensi della dell’art. 212, comma 3 della L.R. 1/2015, relativo alla realizzazione di un’area camper di Norcia (Fondi PAR FSC 2007-2013 – Linea di azione III.5.1). Nel Consiglio del 30 novembre, finalmente, riappaiono magicamente: dopo le comunicazioni del sindaco Nicola Alemanno e le comunicazioni per riassunto delle interrogazioni a risposta scritta del gruppo consiliare “Norcia nel Cuore” (acquisite al Prot. Comunale in data 20/10/2015 dal n. 13304 al n. 13308 e dal n. 13310 al n. 13318), l’assise cittadina sarà chiamata a prendere atto dell’adesione del Comune di Monteleone di Spoleto alla Centrale di Committenza, e a ratificare la deliberazione di Giunta Comunale e ultima variazione al Bilancio di Previsione Esercizio 2015. Ma purtroppo in aula i consiglieri di minoranza Stefanelli e D’Ottavio proprio nel giorno in cui avrebbero potuto attaccare l’amministrazione chiedendo lumi circa i delicatissimi argomenti sollevati, erano assenti ed hanno lasciato il solo Balsana a perorare le ragioni di un’opposizione a tutt’oggi inesistente! Non tutte le speranze sembrano però perdute; nell’intervento a firma del medesimo gruppo comparso in questi giorni sul periodico di informazione comunale Sala Quaranta, la minoranza definisce inappropriata e non soddisfacente la risposta avuta dal sindaco circa le suddette interrogazioni e minaccia di approfondire in altre sedi l’attività di indagine avviata con le interrogazioni. Staremo a vedere! Per adesso...

Read More

Omn… Incomprensibile

Posted by on 29 Dic, 2013 in All, Flash, Istruzione | 0 comments

Omn… Incomprensibile

Sempre nel periodico d’informazione “Sala Quaranta” e per la precisione a pagina 6 viene riportata la notizia che le scuole di Norcia saranno fuse nell’Istituto Ominicomprensivo De Gasperi – Battaglia. Senza voler esprimere alcun parere circa la decisione assunta, vorremmo riportare di seguito il verbale di determinazione della Giunta Comunale n. 156 del 06 novembre 2013 nonché il comunicato stampa a firma del Presidente del Distretto Scolastico n. 9 Lorenzo delle Grotti al fine di rendere più chiara la situazione assunta da alcun soggetto interessato in merito alla vicenda suddetta. In breve cercheremo, suddividendo in due gruppi coloro che sono risultati favorevoli nonché gli sfavorevoli alla creazione dell’omnicomprensivo e quindi all’accorpamento delle due istituzioni scolastiche, di individuare le “fazioni” che hanno tentato, nell’ambito dei vari dibattiti più o meno pubblici, di difendere la posizione di ciascun schieramento. Potrete facilmente notare come nella nostra cittadina siano sempre gli stessi ad occupare ruoli decisionali e/o di rappresentanza e come, a fronte di “interessi superiori”, esponenti di centro destra si trovino sulla stessa lunghezza d’onda di esponenti di centro sinistra o di centro e come (ad esempio) i capigruppo consiliari delle due forze di maggioranza in seno al consiglio comunale la pensino in modo completamente diverso! “GRUPPO A” sfavorevoli all’accorpamento: Severini Perla Alessandro (Presidente consiglio d’Istituto R. Battaglia) Delle Grotti Lorenzo (Presidente distretto scolastico n. 9) Balsana Luca (Consigliere comunale) “GRUPPO B” favorevoli all’accorpamento: Sensi Cristina (Consigliere comunale e Presidente del consiglio d’Istituto A. De Gasperi) Palazzeschi Luciano (Consigliere comunale) Nuova Norcia “Libertà è partecipazione” Allegati Determinazione della Giunta Comunale n. 156 del 06 novembre 2013 Comunicato stampa a firma del Presidente del Distretto Scolastico n. 9 Lorenzo delle...

Read More

Sedotti e abbandonati

Posted by on 28 Lug, 2013 in All, Cultura, Flash, Istruzione, Sviluppo Economico | 1 comment

Sedotti e abbandonati

SEDOTTI E ABBANDONATI Ci eravamo già occupati del Consiglio dei Giovani nel precedente post “La domenica delle Palme”. Vorremmo però, a quasi 4 mesi dall’insediamento, ritornare sull’argomento sottoponendo all’attenzione dei nostri affezionati lettori il verbale redatto in occasione della seduta del 28 giugno u.s. Prima di fare ciò ricordiamo che il post suddetto, fu oggetto di critiche da parte di “alcuni” in special modo da parte di chi, evidentemente colpito nel vivo, non condivideva la nostra analisi volta a dimostrare come l’iniziativa, di per se più che lodevole, era estremamente demagogica e volta alla creazione non tanto di un movimento giovanile vigile ed attento a tutte quelle esigenze proprie delle nuove generazioni ma più che altro di un “cartello elettorale”. Non nutriamo alcun dubbio circa la buona fede che anima ed ha animato candidati ed eletti in seno al Consiglio, ma avvertiamo dalla lettura del verbale di cui sopra i primi segnali di insofferenza ed in maniera particolare quando, nell’intervento del Vice Presidente Gianluca Marini, si fa riferimento “all’importanza della partecipazione della Giunta Comunale e dei Consiglieri Comunali” e ci si “rammarica per l’assenza”! Ma come, proprio il sindaco Stefanelli nel discorso di insediamento del Consiglio dei Giovani sottolineava “quello che occorre è il buon esempio, il sapersi impegnare ed incontrare sulle problematiche essenziali della collettività, in questo caso della nostra comunità” ed ancora “per qualsiasi cosa potrete sempre contare sulla mia disponibilità e su quella dell’Amministrazione comunale in toto” …e per fortuna!? Nemmeno la partecipazione alle sedute! Ed il capogruppo di minoranza Alemanno, che nei giorni precedenti le elezioni lanciava moniti a destra e a manca dov’è finito!? La dura realtà è che, ad oggi, questi volenterosi ragazzi si trovano da SOLI ad affrontare argomenti quali: intensificazione della promozione e comunicazione della propria attività; rendere trasparenti i criteri e le modalità di partecipazione e selezione ad eventi organizzati quali i viaggi con la fiaccola benedettina; le modalità di organizzazione di mostre fotografiche, appuntamenti ludici, serate musicali; l’assegnazione di borse di studio e/o fondi destinati alla beneficenza locale; Tutte attività meritevoli di interesse, attenzione e condivisione unitamente a tante altre che, siamo certi, potrebbero essere messe in atto se solo si volesse realmente dare sostegno ed aiuto. Nel nostro piccolo, vorremmo già in questa sede offrire la nostra umile collaborazione tendendo idealmente la mano al Presidente, al Vice Presidente e a tutti i Consiglieri, affinché ci contattino e ci indichino cosa potremmo fare per renderci utili. Crediamo infatti che, come recita un esemplificativo proverbio, “i guai della pentola li conosce il coperchio” e quindi, carissimi ragazzi, nessuno meglio di Voi conosce problemi e probabili soluzioni. I giovani hanno più bisogno di esempi che di critiche. (Joseph Joubert) Nuova Norcia “Libertà è partecipazione” Allegati VERBALE SECONDA SEDUTA CONSIGLIO COMUNALE DEI GIOVANI ‘Governo’ dei giovani nursini, avanti tutta. Ieri l’insediamento del nuovo Consiglio Comunale...

Read More

Cannibali… allo sbando

Posted by on 16 Lug, 2013 in All, Ambiente, Articoli, Cultura, Istruzione, Salute, Sviluppo Economico | 0 comments

Cannibali… allo sbando

Dovremmo forse essere giunti alla conclusione dell’intricata vicenda inerente l’A.P.S.P. In data 12 luglio 2013 infatti il sindaco ha provveduto per il tramite del decreto sindacale n. 26 alla surroga dei consiglieri dimissionari. Vorremmo ora, per chiarezza, ripartire dal giugno scorso affinché tutti possano comprendere il grado di confusione, disaccordo e approssimazione esistente nonché l’impreparazione che anima l’operato dei nostri amministratori. In data 11 giugno 2013 il primo cittadino, attraverso un comunicato stampa apparso nel sito istituzionale, dichiara testualmente: “le dimissioni sono giunte sul tavolo del Sindaco senza che ne venissero esplicitamente indicate le motivazioni che le hanno generate ma, ancor peggio, senza averne fatto menzione, almeno da parte di alcuni, al sottoscritto” ed ancora “…di qualsiasi natura possano essere le motivazioni che sono alla base di tale azione congiunta…” ed infine “…sebbene non siano state ufficialmente evidenziate le motivazioni delle dimissioni…” Nell’intervento sul periodico Sala Quaranta (pag. 15) i capigruppo consiliari Palazzeschi – Alemanno – Balsana a firma congiunta (incredibile ma vero) sottoscrivono una nota all’interno della quale dichiarano che “le dimissioni dei consiglieri rappresentano una chiara e precisa volontà di sfiducia nei confronti dell’operato del Presidente Coccia Domenico” ed ancora “…i Consiglieri dimissionari confrontatisi con i capigruppo consiliari e col Sindaco”… ma non solo, elencano anche le palesi ragioni in quattro chiarissimi punti che sarebbero in capo alla decisione assunta dai tre dimissionari. Nello stesso numero di Sala Quaranta però, il sindaco ribadisce (pag. 7) come“non siano state ufficialmente evidenziate le motivazioni delle dimissioni”. A questo punto viene spontaneo porsi alcune domande: Il sindaco conosce o no le motivazioni che hanno portato alle dimissioni dei tre consiglieri? Laddove non le conoscesse, come mai i capigruppo consiliari invece le menzionano con tale perizia di particolari? Come mai, non è la prima volta, il periodico di informazione Sala Quaranta stampato e spedito con fondi pubblici (leggere determina n. 191 del 07 dicembre 2012) viene utilizzato dai soliti noti per esprimere giudizi personali ed esternare attacchi strumentali senza possibilità di contraddittorio? In data 09 luglio u.s. il signor Stefanelli, per il tramite di un comunicato stampa, puntualizza che “il sottoscritto, in qualità di sindaco e di componente del Consiglio Comunale, condivide l’analisi, le riflessioni e le conclusioni contenute nel comunicato congiunto dei capigruppo consiliari” ed ancora “esprimo nuovamente il mio più profondo auspicio che il Presidente Coccia Domenico valuti, con il senso di responsabilità che gli è proprio, la necessità di rimuovere tutti gli ostacoli ad una soluzione dignitosa della vicenda, rassegnando quanto prima le proprie dimissioni”. In data 10 luglio u.s. il Presidente Coccia (che ringraziamo per la citazione) rincara la dose con un comunicato stampa all’interno del quale evidenzia come: “siamo costretti a metterci a livello, e quasi a subirne il ricatto, di persone che insistono a voler imporre volontà faziose e chiaramente illegali dimostrando la loro scarsa affidabilità politica” ed ancora, rivolgendosi al sindaco “ti prego caldamente di attivare le procedure previste dalla legge, la surroga dei consiglieri dimissionari, senza ulteriori indugi”. Caro Presidente consentici solamente una precisazione: la nostra non è “buona informazione” nè “saggezza”, diciamo piuttosto… esperienza! Infatti, i comportamenti seriali dello Stefanelli in situazioni analoghe, ci hanno agevolmente consentito di prevederne l’operato. Non comprendiamo di contro come Tu possa giustificare colui che, rifugiandosi dietro fantomatiche pressioni ed accampando le consuete scuse, Ti abbandona al Tuo destino gettandoti in pasto a coloro che voglio solamente la Tua fine. Unitamente Ti invitiamo a riflettere: cosa avrebbe fatto il sindaco qualora la legge gli avesse consentito di rimuoverTi dall’incarico? In data 11 luglio u.s. assistiamo infine all’ennesimo “delirio mediatico” del consigliere di maggioranza (ancora per poco?) Luca Balsana...

Read More