Media

Musica, video e molto altro consigliati da Nuova Norcia

La Valnerina è il centro della lotta

Posted by on 2 Giu, 2014 in Media | 0 comments

La Valnerina è il centro della lotta

Stornelli partigiani della Brigata Garibaldina Antonio Gramsci, operante in Valnerina tra il 1943 e il 1944. Canzone tratta dal disco “La Valnerina ternana”, dei Dischi del Sole. Registrazione effettuata ad Arrone il 9 Giugno 1973 da Valentino Paparelli e Sandro Portelli. Cantano Dante Bartolini, Amerigo Matteucci e Luigi Matteucci, suona Pompilio Pileri. La Valnerina è il centro della lotta che al nemico gli fa’ strada interrotta Il nemico troverà strada interrotta pe’ i traditori ci sarà la forca E caro compagno te lo voglio dire l’errore fu la gente perdonare E che condannato sì va il traditore se bene vòi ave’ all’umanitane E scusate amici mia se sto a sbagliare io sono sempre a la...

Read More

Non ti ricordi mamma quella notte

Posted by on 2 Giu, 2014 in Media | 0 comments

Non ti ricordi mamma quella notte

Canzone partigiana della Brigata Garibaldina Antonio Gramsci, operante in Valnerina tra il 1943 e il 1944. Canzone tratta dal disco “La Valnerina ternana”, dei Dischi del Sole. Non ti ricordi, mamma, quella notte dai fascisti le perquisizioni: chi dava le purghe e chi le botte, così faceva tutta la nazione. Con la violenza mi volevan piega’, non feci l’obbedienza, dovetti via scappa’. Con la violenza mi volevan piega’, non feci l’obbedienza, dovetti via scappa’. Coi partigiani andai sulla montagna dove la neve, freddo e la bufera sentivo solo il fischio di mitraglia e giorno e notte e la mattina e sera. Senza paura, o vincere o mori’, ora la nostra patria dobbiamo ripuli’. Dopo l’otto settembre, l’armestizio, l’esercito italiano fu sbandato e per non mandarlo in precipizio l’esercito si forma partigiano. Contro i fascisti il barbaro invaso’ presero l’armi in mano per riacquista’ l’ono’. Quanti sospiri e pianti, mamma mia! Fratelli, spose, i figli e le sorelle, dal cuore levate la malinconia, presto leggete pagine più belle. Ché il socialismo vuole la libertà, non più vuole il servilismo che condannato è già. La morte, la tortura e la prigione se tu cadevi nelle loro mani; fascismo e monarchia fu la cagione se diventarno tutti partigiani. Il venticinque e del mese di april venne l’insurrezione e fu la loro...

Read More

Io tra la folla un burattino…

Posted by on 27 Mag, 2014 in All, Flash, Media | 0 comments

Io tra la folla un burattino…

Nessuno mai, nessuno mai, nessuno, nessuno telefonarmi tu non puoi perché a quest’ora tocca a lei starti vicino. Così nessuno mai, nessuno mai, mi tiene la mano nel buio affiora la paura e mi addormento coi complessi di un bambino. Sogno e risogno la vita mia, gli errori fatti che rifarei i nostri patti riguardo a lei, ma se non l’ami perché ci stai lei si serve di te mentre io ne ho bisogno per vivere lei è signora io donna libera. Non c’è nessuno mai ed io così da sola cammino Spiccando goffi voli verso amici soli e tempo perso è il mio destino Amare senza limiti è dove sbaglio io eppure devo amarti amore mio. Chi ruberebbe mai, nessuno mai, gli occhiali a un poeta Senza la fantasia non scrive e allora tu cosa ne fai della mia vita ? C’era un ragazzo che amava il fiume, io bianche piume d’airone ho l’Africa è vergine ma è lontana, forse per questo che lui mi amò? la mia storia di donna si ferma al primo capitolo di prigioniera donna libera. Chi è nessuno mai, chi è nessuno mai, chi è nessuno mai, chi è nessuno mai, chi è nessuno mai, nessuno Io tra la folla un burattino o con i fili ingarbugliati dal destino Chi è nessuno mai, chi è nessuno mai, chi è nessuno mai, chi è nessuno mai, chi è nessuno mai, nessuno e sugli opuscoli il sapone l’ho scambiato per un cuore di cartone Amare senza limiti è dove sbaglio io eppure devo amarti amore...

Read More

Compagno un caz

Posted by on 24 Mag, 2014 in All, Flash, Media | 0 comments

Compagno un caz

Sto facendo il notiziario cambogiano da una radio libera per chi? Il microfono è un po’ fallico però il potere non ce l’ha … no no! Circondato dai mass media sulla sedia io lavoro sempre gratis, ma c’è Antonietta che mi ama e che mi aspetta, tutta notte lei mi ascolterà. Compagno sì, compagno no, compagno un caz Compagno sì, compagno no, compagno un caz Io c’ho il profugo cileno a casa mia, è arrivato nel ’73, e da allora lui non è più andato via, Antonietta fammi star da te, passa un giorno, passa un mese, passa un anno l’unità sconfiggerà il padrone, ma Antonietta, mi ha buttato per la strada; vuoi vedere che sono io il coglione? Compagno sì, compagno no, compagno un caz Compagno sì, compagno no, compagno un caz Compagno sì, compagno no, compagno un caz Compagno sì, compagno no, compagno un caz Io vado a prendere un po’ d’erba da un amico, ad Antonietta la regalerò, io la lascio chiusa in macchina un secondo per andare a bere un buon caffè. Quando esco mi han spaccato il finestrino e un ragazzo sta saltando il muro, come fai a mandare uno a San Vittore? Poi finisce che gli fanno il culo. Uh yeah yeah yeah yeah yeah Si avvicina un tizio con cravatta e giacca, tira fuori in fretta un tesserino e mi dice: “Tu sei uno di sinistra, sta’ tranquillo sono un celerino, son pulotto sì, ma son del sindacato, forza dimmi cosa ti han rubato”. Io gli dico: “Lascia perdere compagno, è un problema troppo delicato!”. Compagno sì, compagno no, compagno un caz Compagno sì, compagno no, compagno un caz Compagno sì, compagno no, compagno un caz Compagno sì, compagno no, compagno un caz Compagno! Compagno!...

Read More

Libero come un uomo

Posted by on 24 Mag, 2014 in All, Flash, Media | 0 comments

Libero come un uomo

Vorrei essere libero, libero come un uomo. Vorrei essere libero come un uomo. Come un uomo appena nato che ha di fronte solamente la natura e cammina dentro un bosco con la gioia di inseguire un’avventura. Sempre libero e vitale fa l’amore come fosse un animale incosciente come un uomo compiaciuto della propria libertà. La libertà non è star sopra un albero non è neanche il volo di un moscone la libertà non è uno spazio libero libertà è partecipazione. Vorrei essere libero, libero come un uomo. Come un uomo che ha bisogno di spaziare con la propria fantasia e che trova questo spazio solamente nella sua democrazia. Che ha il diritto di votare e che passa la sua vita a delegare e nel farsi comandare ha trovato la sua nuova libertà. La libertà non è star sopra un albero non è neanche avere un’opinione la libertà non è uno spazio libero libertà è partecipazione. La libertà non è star sopra un albero non è neanche il volo di un moscone la libertà non è uno spazio libero libertà è partecipazione. Vorrei essere libero, libero come un uomo. Come l’uomo più evoluto che si innalza con la propria intelligenza e che sfida la natura con la forza incontrastata della scienza con addosso l’entusiasmo di spaziare senza limiti nel cosmo e convinto che la forza del pensiero sia la sola libertà. La libertà non è star sopra un albero non è neanche un gesto o un’invenzione la libertà non è uno spazio libero libertà è partecipazione. La libertà non è star sopra un albero non è neanche il volo di un moscone la libertà non è uno spazio libero libertà è...

Read More

Follia lucida come la luce che dall’alto illumina

Posted by on 24 Mag, 2014 in All, Flash, Media | 0 comments

Follia lucida come la luce che dall’alto illumina

La mia faccia è come tante oggi sono chiunque la faccia della gente d’altronde Fuori dalla norma Colle der Fomento in piena forma performa perforza Perchè quando le tue idee sono giganti puoi risolevarti puoi risuscitarmi Tendo le mie mani per prestarti un pò di quell’energia che doma gli sguardi Carisma [Masito] Buon umore del mattino il sole splende anche alle 6 di un nuovo giorno dimmi cosa c’è e sarò li intorno tutto procede per il meglio penso di sognare invece sono sveglio sono un foglio bianco dormo 4 ore a notte ma non sono stanco e quello che mi serve ce l’ho accanto nel traffico tranquillo orario di lavoro penso mille cosa vedo mille altre cose se mi muovo potrei raggiungere ogni posto quando sono forte dentro come oggi come il sole con i propri raggi paranoie molto che non ci incontravamo scontravamo le soluzioni ce l’ho in mano vamos un motivo di più per mostrarsi mettersi in contatto con il resto delle parti oggi come chiunque per capirti mentre mi congratulo del fatto che esisti capisci o no passivo spettatore di show tu sei dinamico uno che alza il panico so che non sei così ma vai bene cosi devo guardare con i tuoi occhi non nei tuoi occhi lontano da qui Colle der Fomento spinto oltre la massa nella vita di ogni giorno che passa Colle der Fomento spinto oltre la massa tra la gente che si vende la faccia La mia faccia è come tante oggi sono chiunque la faccia della gente d’altronde Fuori dalla norma Colle der Fomento in piena forma performa perforza Perchè quando le tue idee sono giganti puoi risolevarti puoi risuscitarmi Tendo le mie mani per prestarti un pò di quell’energia che doma gli sguardi Carisma Colle der Fomento tale e quale performa perforza in mezzo alla gente che si vende la faccia [Danno] Sono un elemento della moltitudine resto come un cane fantasma nella casba che si muove in solitudine in bilico fra luce e buio sempre perso in qualche guaio che m’invento qualche sbaglio di cui poi non mi pento ti sorrido in modo sarcastico mi incastro nel traffico e penso in modo drastico per questo sai che il nostro modo di avanzare è simile tale e quale estremo fino al limite ho i sogni dalla mia e un botto d’energia ma non basta pe non annacce sotto a sta follia lucida come la luce che dall’alto illumina vivo nella giungla in cui chiunque vende l’anima e chi è più infame se la comanna nel reame do il 5 alla mia gente perchè so che con me è leale giro nella strada distratto disfatto e un pò dimesso comunque spesso prima o poi m’adatto non ti piaccio non importa famo un’altra volta o famo che sta storia è morta e sepolta io come te o io più di te adesso tale e quale tale e quale La mia faccia è come tante oggi sono chiunque la faccia della gente d’altronde Fuori dalla norma Colle der Fomento in piena forma performa perforza Perchè quando le tue idee sono giganti puoi risolevarti puoi risuscitarmi Tendo le mie mani per prestarti un pò di quell’energia che doma gli sguardi La mia faccia è come tante oggi sono chiunque la faccia della gente d’altronde Fuori dalla norma Colle der Fomento in piena forma performa perforza Perchè quando le tue idee sono giganti puoi risolevarti puoi risuscitarmi Tendo le mie mani per prestarti un pò di quell’energia che doma gli sguardi Carisma Tante facce vedo per la strada grosse prese a male tengo...

Read More