Salute

Tutti gli articoli di Nuova Norcia inerenti la Salute

CASE E COSE

Posted by on 20 Lug, 2020 in All, Articoli, Flash, Salute, Sviluppo Economico, Turismo | 0 comments

CASE E COSE

In origine furono presentate come “mini chalet” che avrebbero dovuto ospitare ogni nucleo familiare nei cinque anni stimati per la ricostruzione dei paesi terremotati. Trascorsi quattro anni non si è ricostruito praticamente nulla e le famose soluzioni abitative d’emergenza, costate mediamente tra gli 800 ed i 1.700 € a metro quadro (considerando anche i costi per le opere di urbanizzazione, le spese tecniche e l’IVA) hanno subito un’ inesorabile ed inaspettata decomposizione. Già all’atto del loro posizionamento l’Autorità Nazionale Anti Corruzione evidenziava come vi fossero “gravi carenze nelle attività di controllo” relativamente ai cantieri siti nel comune di Norcia, con la “presenza in loco di ditte non autorizzate, assenza di autorizzazioni al subappalto e mancata verifica dei requisiti generali delle aziende”. Per tutta risposta il sindaco, invece di preoccuparsi di chi e come stava realizzando le S.A.E. lamentava “un irrigidimento delle procedure da parte di ANAC che avrebbe finito per bloccare la ricostruzione”. A tali affermazioni l’Autorità replicò laconica “il sindaco non ha compreso”. Ed infatti qualcosa deve essergli sfuggito visti i procedimenti penali inerenti Casa Ancarano, Centro Boeri e Banca di Credito Cooperativo di Spello e Bettona. Tornando alle S.A.E. nel novembre 2018 la Regione Umbria, con la cui presidente il sindaco Alemanno ha sempre agito in assoluta simbiosi, evidenziava come “fossero state segnalate, in una decina di case, delle difficoltà dovute alla creazione di umidità e di muffe”. Ebbene da una modesta decina siamo arrivati praticamente a TUTTE! L’iter di accertamento è questo: alla telefonata di un non meglio identificato soggetto segue una visita all’interno della quale il medesimo, attraverso l’ausilio di un apposito macchinario, individua le muffe ed esorta gli assegnatari a contattare un numero telefonico dallo stesso suggerito per chiedere la sostituzione del pavimento. Ma perché deve essere l’inquilino della S.A.E. a richiedere l’intervento e non dirtettamente il tecnico accertatore? Ed ancora, quanto costano questi interventi e chi li paga? Da studi accreditati parrebbe inoltre che tali muffe siano pericolose per la salute poiché trattasi di funghi che producono aflatossine altamente tossiche e potenzialmente cancerogene per l’essere umano. Ma allora: chi riponderà per l’insorgere di eventuali patologie riconducibili a tali aflatossine? A questo punto la domanda sorge spontanea: dato che le prime 18 soluzioni abitative del comune di Norcia furono consegnate a febbraio 2017 (ovvero 15 mesi dopo il devastante sisma del 2016) non sarebbe stato più opportuno impiegare le enormi risorse economiche per avviare ad esempio la ricostruzione delle abitazioni in classe B invece di sperperare decine di milioni e riempire di “baracche” l’intera piana di Santa Scolastica deturpandola irrimediabilmente? Evidentemente no. E cosi, dopo quattro anni di sofferenze, umiliazioni, rinvii, proclami, promesse effimere, ci ritroviamo senza casa e senza un futuro alloggiati in campi di concentramento tossici potenzialmente cancerogeni e per di più costati una fortuna. Riconoscendo ai consiglieri di minoranza “Noi per Norcia” la bontà del lavoro svolto sinora ed esortandoli a proseguire con sempre maggiore energia, li invitiamo ad una decisa presa di posizione volta a fare chiarezza circa questa scandalosa vicenda. Dal canto nostro abbiamo provveduto a presentare come di consueto, una denuncia verso ignoti volta ad accertare le responsabilità di chicchessia. Ci permettiamo di suggerire a ciascuno, anche chi ci taccia strumentalmente di opportunismo o codardia, di fare altrettanto. Nuova Norcia “Libertà è...

Read More

Quelli che…

Posted by on 3 Giu, 2016 in Agricoltura, All, Ambiente, Arte, Articoli, Cultura, Istruzione, Media, Salute, Sport, Sviluppo Economico, Turismo | 0 comments

Quelli che…

Quelli che a distanza di pochi giorni dalla propria elezione, affidano un incarico professionale al fratello di un assessore per complessivi 3.500,00 €uro (leggere post Ricominciamo) oh yeah; quelli che candidano un consigliere, risultato poi primo degli eletti, pur essendo incompatibile poiché debitore nei confronti dell’Ente da amministrare (leggere post Sesti Sensi) oh yeah; quelli che rinnovano il contratto di locazione per uso archivio comunale al coniuge di una dipendente alla modica cifra di 750,00 €uro mensili (leggere post Fermateli) oh yeah; quelli che incaricano la ditta del vice sindaco ed assessore all’urbanistica per eseguire i lavori di restauro della statua di San Benedetto sita nella medesima piazza (leggere post Sesti Sensi) oh yeah; quelli che pur essendo sindaco, mantengono ad interim la carica di responsabile dell’area finanziaria, fornendo pareri di regolarità contabile su impegni di spesa deliberati da una giunta comunale dallo stesso presieduta (leggere post l’Amico dell’amico) oh yeah; quelli che sbandierano ai quattro venti di prendere parte, grazie alla collaborazione col Teatro Manzoni di Milano, in modalità TOTALMENTE GRATUITA ad Expo 2016 salvo poi liquidare 25.000,00 €uro “per la promozione turistico culturale enogastronomica della Valnerina” al medesimo teatro attraverso la determina n. 178 del 11 novembre 2015 (leggere post Expo) oh yeah; quelli che erogano oltre 300.000,00 €uro in due anni, nonché delegano all’utilizzo autonomo e gratuito di fabbricati comunali, ad un’associazione privata i cui bilanci continuano a restare ignoti alla collettività che li alimenta (leggere post Pro e contro Nursia) oh yeah; quelli che affidano senza gara l’importo di 39.500,00 €uro oltre I.V.A. al socio in affari del sindaco per l’elaborazione di un piano urbanistico totalmente inutile (leggere post l’Amico dell’amico) oh yeah; quelli che subiscono il sequestro di un’ area vincolata per lavori non autorizzati ma dichiarano di non esserne proprietari (leggere post Sodoma) oh yeah; quelli che frazionano l’importo di circa 300.000,00 €uro per non rendere pubblica la gara e procedere all’affidamento diretto degli incarichi salvo poi revocare le determine in regime di autotutela tramite l’atto n. 31 del 08 aprile 2016 oh yeah; quelli che delegano la direzione artistica di una delle più importanti e longeve manifestazioni enogastronimiche del centro Italia a parenti di amministratori o dipendenti Asl, in totale assenza di atti pubblici (leggere post Mostra o Mostro) oh yeah; quelli che certificano il bilancio consuntivo indicando per l’anno 2015 quattro avanzi di gestione differenti e che approvano il preventivo 2016 facendolo quadrare grazie ad un importo di pura fantasia (leggere post Sbilanciati) oh yeah; quelli che hanno la fortuna di amministrare senza una benché minima OPPOSIZIONE che fa interrogazioni di facciata senza poi dare alcun seguito al proprio operato (leggere post Interroghiamoci) oh yeah; quelli che non capiamo bene quali Santi abbiano in paradiso, perché in un consesso appena normale risulterebbero commissariati già da diverso tempo oh yeah; quelli che magari gli organi preposti (Corte dei Conti, Guardia di Finanza, Prefettura, Procura della Repubblica) cominciano finalmente a muoversi con l’intento di ripristinare giustizia e legalità! Oh yeah. Nuova Norcia “Libertà è...

Read More

Sbilanciati

Posted by on 28 Mag, 2016 in Agricoltura, All, Ambiente, Arte, Articoli, Cultura, Istruzione, Media, Salute, Sport, Sviluppo Economico, Turismo | 0 comments

Sbilanciati

Maggioranza, opposizione, cittadini, conti pubblici, mai termine fu più appropriato. Ebbene si, proprio nel periodo dell’anno deputato all’approvazione dei bilanci dell’Ente lo sbilanciamento appare palese ed irreversibile: proviamo a spiegarvi il perché. Nella seduta di consiglio comunale del 29 aprile ultimo scorso, il governo locale ha provveduto attraverso la delibera n. 8 ad approvare il conto consuntivo 2015 pubblicizzando a mezzo stampa i grandiosi risultati conseguiti che hanno portato, sempre a detta del sindaco, “un avanzo di amministrazione di oltre 2 milioni e 800 mila euro – di cui 1,8 vincolati – ed un fondo pluriennale vincolato di gran lunga superiore al milione di euro” (vedasi situazione finanziaria riassuntiva). E qui già ravvisiamo le prime anomalie. Come fatto notare da un comunicato a firma del locale circolo PD, la relazione del revisore dei conti accertava un avanzo di € 2.866.195,61 mentre la Giunta ne cristallizzava uno di € 4.275.515,74 (vedere allegato quadro riassuntivo gestione finanziaria). A ben vedere però la relazione al rendiconto consuntivo elaborata dalla Giunta Alemanno (pag. 73 – 77) a distanza di poche pagine riporta due importi diversi: dapprima si afferma che l’avanzo corrisponde ad € 4.497.494,30 mentre successivamente € 4.782.249,66 …qual’è l’importo giusto? Ora le cose sono due: o il revisore dei conti, che ricordiamo come da determina n. 32 viene lautamente retribuito dal comune di Norcia, ha certificato il falso oppure l’amministrazione sta imbrogliando cittadini e organi di vigilanza. In pari data, il consiglio avrebbe dovuto approvare anche il preventivo 2016 ma attraverso la delibera n. 1 si è preferito rinviare la discussione al 17 maggio attribuendo tale posticipazione alle complesse modifiche normative recentemente introdotte dal governo Renzi. L’approvazione del preventivo 2016 è comunque arrivata a nostro modesto parere attraverso un altro virtuosismo dell’amministrazione comunale la quale, per brevità e senza volerci addentrare in tecnicismi, ha fatto quadrare i conti appostando in bilancio la vendita degli impianti di distribuzione del gas naturale di proprietà comunale. (…e la minoranza?) Attraverso la delibera n. 65 del 09 maggio 2016 infatti, la Giunta comunale ha ritenuto arbitrariamente e basandosi su calcoli prematuri ed approssimativi, di attribuire quale eventuale valore da riconoscere al Comune di Norcia, l’importo di € 1.219.600,17. Riteniamo che la gravità di questo atto, da un punto di vista politico nonché contabile amministrativo, sia ENORME! Ci sia consentita inoltre una considerazione che molti potrebbero considerare “populista”: dopo l’acqua, la nettezza urbana, la rete del gas alla fine arriveranno a svendere pure la statua di San Benedetto e la Castellina! (Sopratutto visto l’opposizione a dir poco “blanda” delle minoranze) Vi invitiamo comunque a leggere alcuni link che abbiamo allegato al presente post al fine di comprendere meglio questo ulteriore abominio che i nostri governanti stanno perpetrando sopra le teste di cittadini inermi mai sufficientemente aggiornati o coinvolti in scelte che riguardano la propria vita e quella delle generazioni future. Alla faccia del “rispetto per Norcia”! Auspichiamo una ferma presa di posizione dei gruppi di opposizione consigliare (Norcia nel Cuore e Cambiamo insieme il futuro) affinché si rivolgano a tutti gli Enti sovraordinati e agli organi preposti affinché vengano prontamente ripristinate trasparenza e legalità in un comune da troppo tempo avvolto nella nebbia!   Chiudiamo con un ultimo dato che fornisce l’idea circa lo stato di salute delle casse comunali: l’indicatore di tempestività dei pagamenti ovvero il ritardo medio di pagamento ponderato in base all’importo delle fatture. Per calcolarlo occorre inserire al numeratore la somma dell’importo di ciascuna fattura pagata nel periodo di riferimento moltiplicato per i giorni effettivi intercorrenti tra la data di scadenza della fattura stessa e la data di pagamento ai fornitori, al denominatore la somma degli importi di tutte...

Read More

Arrestata Maria Rita Lorenzetti

Posted by on 16 Set, 2013 in All, Flash, Salute, Sviluppo Economico, Turismo | 0 comments

Arrestata Maria Rita Lorenzetti

In attesa di ulteriori sviluppi, riportiamo alcune fonti giornalistiche circa l’arresto di Maria Rita Lorenzetti nell’ ambito dell’indagine inerente i lavori della TAV Firenze.         Tav Firenze: arresti domiciliari per Lorenzetti (Pd), ex presidente dell’Umbria (ilfattoquotidiano.it) Tav, Lorenzetti agli arresti domiciliari per inquinamento di prove (ilsole24ore.com) Arrestata Lorenzetti, ex presidente Umbria: accusa di corruzione per Tav in Toscana (repubblica.it) Inchiesta Tav, arrestata la ex presidente dell’Umbria Lorenzetti (ilmessaggero.it) Comitato NO TUNNEL TAV di Firenze Salute dei cittadini e cantieri TAV a Firenze: i rapporti ASL continuano a restare inspiegabilmente top secret! Idra...

Read More

Rumore

Posted by on 21 Ago, 2013 in All, Ambiente, Arte, Cultura, Flash, Salute, Sviluppo Economico, Turismo | 0 comments

Rumore

Avevamo chiuso il nostro precedente post “Colpiti e affondati” ponendo idealmente all’amministrazione comunale il seguente quesito: “per il Luna Park di Viale XX Settembre i residenti chi debbono ringraziare?!”. A distanza di pochissimi giorni siamo in grado di fornire la risposta; attraverso la lettura della delibera n. 100 del 11 luglio 2013 apprendiamo che la Giunta Comunale ha individuato quali aree idonee all’istallazione di giostre, circhi ed altre attrazioni dello spettacolo viaggiante quelle di Viale XX Settembre (Fg. 92 Part. 519 – Fg. 92 Part. 523) Ma non è tutto, le suddette aree rimarranno tali fino a successiva eventuale delibera di variazione. Forse i residenti di Viale XX Settembre proporranno quale prossima idonea location…Via Cavour?! Nuova Norcia “Libertà è partecipazione” Allegati Delibera n. 100 del 11 luglio 2013...

Read More

Cannibali… allo sbando

Posted by on 16 Lug, 2013 in All, Ambiente, Articoli, Cultura, Istruzione, Salute, Sviluppo Economico | 0 comments

Cannibali… allo sbando

Dovremmo forse essere giunti alla conclusione dell’intricata vicenda inerente l’A.P.S.P. In data 12 luglio 2013 infatti il sindaco ha provveduto per il tramite del decreto sindacale n. 26 alla surroga dei consiglieri dimissionari. Vorremmo ora, per chiarezza, ripartire dal giugno scorso affinché tutti possano comprendere il grado di confusione, disaccordo e approssimazione esistente nonché l’impreparazione che anima l’operato dei nostri amministratori. In data 11 giugno 2013 il primo cittadino, attraverso un comunicato stampa apparso nel sito istituzionale, dichiara testualmente: “le dimissioni sono giunte sul tavolo del Sindaco senza che ne venissero esplicitamente indicate le motivazioni che le hanno generate ma, ancor peggio, senza averne fatto menzione, almeno da parte di alcuni, al sottoscritto” ed ancora “…di qualsiasi natura possano essere le motivazioni che sono alla base di tale azione congiunta…” ed infine “…sebbene non siano state ufficialmente evidenziate le motivazioni delle dimissioni…” Nell’intervento sul periodico Sala Quaranta (pag. 15) i capigruppo consiliari Palazzeschi – Alemanno – Balsana a firma congiunta (incredibile ma vero) sottoscrivono una nota all’interno della quale dichiarano che “le dimissioni dei consiglieri rappresentano una chiara e precisa volontà di sfiducia nei confronti dell’operato del Presidente Coccia Domenico” ed ancora “…i Consiglieri dimissionari confrontatisi con i capigruppo consiliari e col Sindaco”… ma non solo, elencano anche le palesi ragioni in quattro chiarissimi punti che sarebbero in capo alla decisione assunta dai tre dimissionari. Nello stesso numero di Sala Quaranta però, il sindaco ribadisce (pag. 7) come“non siano state ufficialmente evidenziate le motivazioni delle dimissioni”. A questo punto viene spontaneo porsi alcune domande: Il sindaco conosce o no le motivazioni che hanno portato alle dimissioni dei tre consiglieri? Laddove non le conoscesse, come mai i capigruppo consiliari invece le menzionano con tale perizia di particolari? Come mai, non è la prima volta, il periodico di informazione Sala Quaranta stampato e spedito con fondi pubblici (leggere determina n. 191 del 07 dicembre 2012) viene utilizzato dai soliti noti per esprimere giudizi personali ed esternare attacchi strumentali senza possibilità di contraddittorio? In data 09 luglio u.s. il signor Stefanelli, per il tramite di un comunicato stampa, puntualizza che “il sottoscritto, in qualità di sindaco e di componente del Consiglio Comunale, condivide l’analisi, le riflessioni e le conclusioni contenute nel comunicato congiunto dei capigruppo consiliari” ed ancora “esprimo nuovamente il mio più profondo auspicio che il Presidente Coccia Domenico valuti, con il senso di responsabilità che gli è proprio, la necessità di rimuovere tutti gli ostacoli ad una soluzione dignitosa della vicenda, rassegnando quanto prima le proprie dimissioni”. In data 10 luglio u.s. il Presidente Coccia (che ringraziamo per la citazione) rincara la dose con un comunicato stampa all’interno del quale evidenzia come: “siamo costretti a metterci a livello, e quasi a subirne il ricatto, di persone che insistono a voler imporre volontà faziose e chiaramente illegali dimostrando la loro scarsa affidabilità politica” ed ancora, rivolgendosi al sindaco “ti prego caldamente di attivare le procedure previste dalla legge, la surroga dei consiglieri dimissionari, senza ulteriori indugi”. Caro Presidente consentici solamente una precisazione: la nostra non è “buona informazione” nè “saggezza”, diciamo piuttosto… esperienza! Infatti, i comportamenti seriali dello Stefanelli in situazioni analoghe, ci hanno agevolmente consentito di prevederne l’operato. Non comprendiamo di contro come Tu possa giustificare colui che, rifugiandosi dietro fantomatiche pressioni ed accampando le consuete scuse, Ti abbandona al Tuo destino gettandoti in pasto a coloro che voglio solamente la Tua fine. Unitamente Ti invitiamo a riflettere: cosa avrebbe fatto il sindaco qualora la legge gli avesse consentito di rimuoverTi dall’incarico? In data 11 luglio u.s. assistiamo infine all’ennesimo “delirio mediatico” del consigliere di maggioranza (ancora per poco?) Luca Balsana...

Read More